Hai un animale domestico? Hai diritto a 300 euro mensili! Scopri come…

Hai un animale domestico? Hai diritto a un bonus di 300 euro mensili! Scopri come ottenerlo!

Finalmente è arrivata la tanto attesa notizia! Infatti dopo le numerose e-mail, lettere e telefonate giunte dai cittadini italiani, il Ministero degli Animali Domestici ha dichiarato che estenderà la legge a tutti gli animali domestici.

In questo link potrete esaminare il vecchio disegno di legge:

Hai un cane? Hai diritto a 450 euro mensili, scopri come…

Pertanto il costo per l’acquisto di medicinali, vaccinazioni, antiparassitari, giocattoli, alimenti e quant’altro possa servire per il mantenimento di un animale verrà riconosciuto come una spesa gravosa per la famiglia che si prende l’incarico di adottare un animale che in quanto vive, mangia e dorme insieme alla famiglia, da oggi verrà considerato come membro attivo della stessa.

Così ha dichiarato il Premier: “ In questo modo non solo si abbatterà il costo per far fronte alla raccolta degli randagi ma si introdurrà una cultura della solidarietà, fondamentale per le future generazioni. Infatti fin dalla tenera età i nostri figli saranno abituati a prendersi cura di qualcun altro che necessità delle loro attenzioni e che ricambia con fedeltà amore e affetto.”

Ma andiamo ad esaminare la modifica apportata al disegno di legge.

In primo luogo verrano considerati animali domestici:

  • cani
  • gatti
  • canarini
  • pappagalli
  • tartarughe

Il contributo sarà di 300€ mensili e non più di 450 e sarà disponibile per tutte quelle famiglie che abbiano un reddito inferiore a 20.500 euro e il proprietario dell’animale deve essere nato in Italia e avere un’età superiore ai 25 anni.
L’animale domestico dovrà essere sempre munito di microchip sottocutaneo e in possesso di Carta di Identità con un codice di identificazione, grazie al quale sarà sempre possibile risalire al comune di residenza e la via del proprietario.

Sarà potenziato il sistema telematico già esistente e i precedenti microchip dovranno essere sostituiti con un chip integrato che utilizza il sistema RFID, la nuova tecnologia di trasmissione dati via etere.

Infine permane sempre l’obbligo di avere un libretto sanitario per ogni animale nel quale sono specificate le vaccinazioni effettuate ed eventuali malattie congenite.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *