Rivoluzionaria sentenza della Cassazione condanna un immigrato!!!

Finalmente è arrivata la rivoluzionaria sentenza della Cassazione che condanna un uomo, immigrato magrebino che ha appena ricevuto la cittadinanza provvisoria, a 9 mesi di carcere perché non permetteva alla moglie e alla figlia di uscire di casa a meno che lui non fosse presente.

Una sentenza che cambierà l’agghiacciate situazione dell’immigrazione nel nostro paese:

“I migranti devono conformarsi a nostri valori, ai valori dello Stato Italiano, se non vogliono sono liberi di tornarsene da dove sono venuti.”

 

ROMA – Gli immigrati hanno scelto di venire qui, in Italia, nel nostro paese, non li ha costretti nessuno. Potevano scegliere altri posti, il Mediterraneo bagna numerose coste. Potevano andare in Spagna, in Francia, in Croazia o in Grecia ma hanno scelto l’Italia. Allora che si adeguino e si conformino alle nostre tradizioni e usanze. Non dobbiamo rinunciare alle nostre tradizioni a causa loro. Noi siamo italiani e resteremo italiani. E’ giusto essere solidali ma non è corretto strumentalizzare la solidarietà per giustificare questa invasione che comporterà la perdita della nostra integrità e unità nazionale.

Con queste dure parole il segretario della Lega Nord colpisce nel segno, giudicando intollerabile come si sta iniziando a venir meno al rispetto dei diritti della società ospitante.

Le reazioni. “Una sentenza giusta.” Così commenta un deputato del movimento 5 stelle “Finalmente si sta facendo qualcosa per fermare questo eccesso di solidarietà che sta portando alla rovina il nostro paese. Oggi magari non permetteva alla moglie di uscire e un domani avremmo sentito al telegiornale l’ennesimo caso di femminicidio.”

“Questa sentenza rappresenta il primo segno di forza di un paese ormai alla deriva” commenta Giovanni D. “Deve essere chiaro a chiunque arrivi che se vuoi stare in Italia devi comportarti come un italiano. Mio nonno è morto per fare l’Italia e io sono italiano e fiero di esserlo. Non permetterò a coloro che arrivano di cambiare il mio stile di vita.”

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *