Miracolo di Santa Rosalia!!! Signora di 85 anni partorisce..

E’ successo a Palermo. Una donna di 85 anni, la signora Giovanna, donna infinitamente religiosa e devota a Santa Rosalia, ha partorito una bellissima bambina di 3 chili e 400 grammi.

La storia è semplicemente impressionante e non si riesce a capire come sia stato possibile. Scientificamente parlando la donna sarebbe dovuta essere ormai in avanzata menopausa, ma a quanto pare la signora Giovanna, grazie all’aiuto di Dio e di Santa Rosalia ha piegato le leggi della Natura a suo favore.

 

Esaminiamo più attentamente la questione. La signora Maria vive a Palermo ormai da tutta la sua vita. Come si usava fare una volta, si era sposata giovanissima a 18 anni tuttavia a causa di uno sfortunato incidente rimase vedova a 19 anni e nessuno è riuscito a curare il suo cuore infranto, infatti per lunghi anni è stata da sola. Tutto ciò finché, all’età di 55 anni non ha incontrato Riccardo che le ha fatto provare di nuovo sensazioni che pensava di aver dimenticato.

Tuttavia ormai come si suol dire “il treno era passato” e nonostante all’affiatata coppia piacesse provare a fare dei bambini non accadeva mai nulla. Non passava giorno senza che la donna pregasse Santa Rosalia di farla restare incinta e finalmente, dopo quasi trent’anni le sue preghiere sono state esaudite.

La signora Giovanna è sempre stata tenuta sotto stretta osservazione da un’equipe di ginecologi altamente specializzati per salvaguardare la vita della donna e della bambina appena nata.
La signora Giovanna rimarrà per qualche settimana ricoverata nel reparto di Ginecologia (sarà importante verificare il suo stato di salute e la sua reazione post-parto). Alcuni dottori che hanno assistito al parto hanno provato a spiegare questo strano e rarissimo caso di ASP, ossia “gravidanza senile avanzata” ma nessuna delle ipotesi avanzate sembra essere abbastanza concreta da risolvere il mistero. Per cui l’ipotesi più probabile sembra che davvero Santa Rosalia abbia compiuto un miracolo.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *